Prevenire la Diarrea

I Rimedi Contro la Diarrea

Come abbiamo già spiegato nel capitolo precedente per curare tradizionalmente uno o più attacchi di diarrea; bisogna assumere quantità importanti di liquidi e prendere degli antidiarrotici.

Per quanto riguarda invece la medicina naturale possiamo suggerirvi qualche consiglio prezioso. In naturopatia si agisce per prima cosa con una visita medica, i terapeuti tendono a cxonsiderare la diarrea come una reazione naturale del corpo a una sostanza indesiderata e pertanto essa non dovrebbe essere trattata con farmaci che tendono ad arrestarla. Tuttavia sottolineano l' importanza di evitare la perdita di liquidi, cercando di mantenere elevata l'assunzione. A coloro che sono affetti da diarrea è consigliato di evitare l'assunzione di cibo per 24 ore e di bere solo acqua minerale oppure 2 cucchiai di succo di mele ad intervalli regolari di 15-30 minuti.

Quando i sintomi diminuiscono è consigliato mangiare riso bollito, succhi di verdura o minestre in brodo di patate-carote. Si ritiene che lo yogurt aiuti l'intestino crasso a ripristinare la flora batterica naturale protettiva qualora questa sia stata danneggiata dall'infezione.

Si può ritornare ai cibi solidi gradualmente con carote bollite, banane, pasta e pane tostato e riadottare la normale dieta. Questa procedura è ritenuta valida anche per i bambini anche se si consiglia di passare i cibi in un passaverdure. In omeopatia invece se i sintomi della diarrea sono causati da avvelenamento da cibo, in particolare dalla carne, è importante assumere 5 granuli alla 5 CH ogni ora per sei volte,  per poi diminuire e sospendere il trattamento in caso di miglioramento.

Nei casi invece in cui i sintomi siano causati da paura improvvisa o clima freddo e secco, provate Aconitum napellus, Veratrum album per attacchi gravi con sudori freddi. Invece è consigliato Argentum nitricum se la diarrea trae origine da stress e preoccupazioni.

In fitoterapia le erbe utili per combattere la diarrea da infezione è una capsula di aglio una o due volte al giorno e 3-4 cucchiai tre volte al giorno di infuso di agrimono, piantaggine o geranio con un pizzico di polvere di cannella, zenzero o semi schiacciati di cumino. Usate 600 ml di acqua ogni 30 g di erbe trinciate, coprite, lasciate riposare per 15 minuti e filtrate.